Febbraio 2018

 
Bibliografie Mobili nei Secoli Recensioni Archivio Articoli Chi siamo Links info@

  Letteratura e iconografia

Il mistero del rustico Sileno

Nel canto XVIII della Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, al paladino Rinaldo, incaricatosi di liberare una selva da un incantesimo, sembra di intravedere, all'interno di un grande mirto, l'immagine di Armida così come all'interno di un Sileno ligneo si vedono le meravigliose immagini degli antenati
(Continua.....)

  Scultura

Un’ipotesi sulla pala d’altare rinascimentale della cappella Caprioli in S. Giorgio a Brescia

Si discute della possibilità che la statua tardo quattrocentesca di Santa della collezione Cavallini Sgarbi, attribuita al bresciano Gasparo Cairano da Milano, facesse parte con altre due figure di un complesso scultoreo del quale viene qui proposta l'identificazione.
(Leggi)

  Bronzo

Placchetta in bronzo di Ifigenia in veste di Prudenza

Trattiamo di una placchetta in bronzo, che qui vediamo riprodotta nell'esemplare della National Gallery of Art di Washington, il cui soggetto non è mai stato identificato in modo del tutto convincente. La scena è piuttosto complessa. Si vede una donna seduta su un drago, dietro la quale compare un'ancella che regge uno specchio
(Continua.....)

Mobile regionale. Anastatiche

 

Il cassettone Luigi XVI in Toscana

 

 

 
 



 

 

Bartolomeo Cavarozzi a Genova

a cura di Gianluca Zanelli

Genova, Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
6 dicembre 2017 – 8 aprile 2018

Bartolomeo Cavarozzi non è famosissimo, diciamolo pure, anche se bravo, e non era nemmeno genovese, essendo nato a Viterbo; a Genova ci resta solo alcuni mesi nel 1617 in procinto di recarsi in Spagna.
Per non suscitate aspettative, avvisiamo che la mostra è costituita da tre soli dipinti, tre Sacre Famiglie, sebbene inseriti in un percorso che consente di ammirare le opere della ragguardevole Galleria.

Ciò che ci sentiamo di segnalare con particolare enfasi è lo strepitoso catalogo (Sagep, Genova, 160 pagine formato 22 x 17, euro 22.00) di cui pubblichiamo la copertina.

Il volume è curato dallo stesso Gianluca Zanelli e ospita una serie di contributi di grande livello:
Marieke von Bernstorff, Da Roma a Genova e alla corte di Spagna. Il viaggio di Crescenzi, Cavarozzi e Seghers come esempio di trasfer artistico tra Anversa, Roma e Madrid.
Daniele Sanguineti, Genova 1671: incontro con Bartolomeo Cavarozzi.
Giuseppe Porzio, Bartolomeo Cavarozzi pittore di nature morte: un nuovo sguardo sulla questione.
Gianluca Zanelli, Cavarozzi, Van Dick, Giordano e gli altri. La dispersione della collezione di Costantino Balbi junior.
Gabriella Aramini, Bartolomeo Cavarozzi: appunti per una biografia.
Si aggiungono Gabriele Langosco (Scheda 1, Appendice documentaria e Bibliografia) e Matteo Moretti (Scheda 3); la Scheda 2 è di Daniele Sanguineti.