Un ritratto a stampa di Gerolamo Casati
  Pubblicato il 1 nov. 2013
   

 

 

Sul prossimo numero di e-storia.it, in linea dal 10 novembre 2013, sarà pubblicato un articolo su Gerolamo Casati e una stampa che lo ritrae.

Gerolamo Casati, figlio di Gabrio Casati (podestà di Milano durante le Cinque Giornate), morì di colera in Crimea nel 1855 al seguito di un contingente dell'esercito piemontese, inviato da Cavour per combattere accanto a una coalizione anglo-francese contro i Russi.

La stampa, una litografia eseguita da Guido Gonin nel 1856 per conto della litografia Fratelli Doyen di Torino, è tratta da un dipinto di Eliseo Sala, presentato all'Accademia di Brera a Milano nel 1859. L'articolo fornisce alcuni importanti elementi per quanto concerne l'effettiva datazione del dipinto originale.

Dalle cronache dell'epoca si deduce che il ritratto è stato “dipinto a reminescenza” ossia postumo; possiamo quindi stabilire che esso è stato eseguito tra il novembre del 1855, data della morte del Casati e il 1856 quando e stata tirata la stampa litografica.

Al momento attuale non è possibile individuare il dipinto di Eliseo Sala in alcuna collezione pubblica o privata e si hanno ragioni per ritenere che sia andato perduto, così come non sono note altre copie della stampa.


 

© riproduzione riservata