Riceviamo e volentieri pubblichiamo

 

 

 

 

 

Un visitatore del sito ci fa i complimenti per l'articolo uscito a settembre sul Caravaggio e i suoi maestri e ci scrive:

mi pare che la ricerca dell'idea originale nel campo delle arti figurative sia un argomento tra i più avvincenti, anche per i non esperti se non addirittura i profani. Domandarsi chi è l'inventore di un dato soggetto procedendo a ritroso è un'operazione dotta, ma anche un gioco molto divertente dal quale mi sono lasciato avvincere.


In relazione all'articolo su Caravaggio, fornisco quindi un mio modesto contributo alle indicazioni iconografiche ivi contenute, segnalando sia una decollazione del Battista dello stesso Antonio Campi, che si può ammirare sempre a Milano nella chiesa di san Paolo Converso, sia quella che ritengo “la madre di tutte le cancellate”, quella dipinta da Raffaello in Vaticano per la Stanza di Eliodoro in Vaticano.

Grati per la segnalazione abbiamo reperito le immagini e verificato per quanto riguarda Milano: la chiesa di san Paolo Converso è sconsacrata ed è attualmente gestita dalla Fondazione Metropolitan (www.fondazionemetropolitan.it) che si occupa di promuovere eventi culturali e non, ma non consente le singole visite private.

 

© riproduzione riservata
Pubblicato il 1 nov. 2012
 

1
Antonio Campi, La decollazione del Battista, 1571, olio su tela, cm. 272x185, Milano, chiesa di san Paolo Converso.

2
Raffaello, La liberazione di Pietro dal carcere, 1515, affresco (base circa cm. 660), Vaticano, stanza di Eliodoro.