Antiquariato & Cucina : Brescia
Accade spesso che l'amore per l'antiquariato si sposi al piacere del convivio. Non appaia quindi pretestuoso l'inedito accostamento tra un oggetto antico e una gustosa pietanza oppure un vino, appartenenti al medesimo ambito culturale

Cassettone a ribalta intarsiato,
cm. 125 x 60, altezza 104
Brescia, secolo XVIII

Allemandi e Beltrametti Antichità - Brescia
info: allemandibeltrametti@libero.it

Attribuibile con certezza ad artefice bresciano della prima metà del Settecento è questo bellissimo cassettone a ribalta con fronte mossa "a balestra", scandita da tre cassetti e piedi a cipolla schiacciata. Il mobile è impiallacciato in noce e radica di noce e di pioppo con intarsi in acero di gusto floreale, sagome e profili sono ebanizzati.
Il movimento della fronte è tipicamente veneto, mentre risponde al gusto lombardo la forma delle riserve intarsiate e la predilezione per l'ebanizzatura. Il tipo di intarsio - forse d'origine fiamminga mediata dall'ebanisteria di matrice tedesca - la scelta dei materiali, la loro disposizione e il cromatismo che ne deriva sono invece da considerare una peculiarità bresciana. Questo ci consente di circoscrivere a Brescia e alla prima metà del Settecento uno degli episodi più interessanti della storia del mobile italiano.

E' suggestivo pensare che la nobiltà bresciana, da sempre improntata ad un certo pragmatismo, apprezzasse una cucina fortemente radicata alla terra e alla tradizione più semplice.
Di qui la proposta di un primo piatto a base di zucca e un piatto di carne che ha origine antichissime.

Tagliatelle alla zucca (ingredienti per quattro persone)
Ristorante Il Gambero, Calvisano (BS)

Si fa imbiondire una cipolla tagliata sottile in olio e burro e si aggiunge la zucca (1 kg), privata della buccia e tagliata in piccoli pezzi.
Dopo che la zucca ha preso colore, si regola di sale e pepe, si copre con brodo (di carne o di verdura) e si fa cuocere per circa 1 ora. Al termine della cottura, si passa il tutto nel passino per verdure fino ad ottenere la consistenza di una crema.
Si dispone la crema di zucca in una padella larga e vi si fanno saltare, per poche secondi e a fuoco vivace, le tagliatelle (quattro etti), cotte in acqua salata e appena scolate. Si serve cospargendo la pasta condita con una manciata di amaretti tritati.

Abbinamento consigliato: Chardonnay Seradina 2001. Produttore: Cavalleri, Erbusco (BS) www.cavalleri.it

Capretto al forno alla bresciana (ingredienti per quattro persone)
Ristorante Il Gambero, Calvisano (BS)

Si prende mezzo capretto tagliato in pezzi (circa 2 kg) e lo si dispone in una teglia da forno. Si bagna con olio, possibilmente del Lago di Garda (1 bicchiere scarso) e si intercalano i vari pezzi di carne con fiocchetti di burro (in totale 2 etti) e abbondante rosmarino. Si cuoce nel forno preriscaldato a 190 gradi per circa 3 ore.

Abbinamento consigliato: Rosso Sebino Riserva 1999.
Produttore: Gatti, Erbusco (BS) www.enricogatti.it

 

:: Home ::