Le schede di Antiqua.mi
 

 

Coppia di cassettoni a ribalta lastronati e intarsiati
Misure: 130 x 60, h 114
Lombardia, 1780
F.Montesi Righetti
IV Mostra Nazionale di Antiquariato
Milano 3-20 ottobre 1974

Questa coppia di cassettoni a ribalta, lastronati in noce e radica di noce, decorati da un nastro in legno di rosa filettato in bosso, rientra nella tipologia cosiddetta “a urna”. E’ stata con presentata durante la quarta edizione della Mostra Nazionale d’Antiquariato di Milano nel 1974 ed entrambe i mobili riportano la stampigliatura “In Meda Antonio Morganti fecit hano 1780”. La dicitura che li assegna a Meda - località della Brianza lombarda dove si afferma nella seconda metà del Settecento un’industria del mobile tuttora attiva – consente di sfatare un duplice pregiudizio. Questo genere di mobili, infatti, veniva alternativamente assegnato a Milano città – in virtù di una certa eleganza che lo rendeva confacente ai palazzi cittadini – oppure a un non meglio precisato ambito “lombardo-veneto”, da taluni identificato con Brescia, per dar conto di una supposta transizione morfologica tra le linee lombarde e quelle venete. Non a caso, questi mobili sono noti sul mercato antiquario anche con la definizione di lombardi “alla veneta”. Non ci è dato di conoscere chi sia questo Antonio Morganti che firma la coppia di mobili in questione, ma la scoperta è di grande interesse perché può consentire di riferire a lui, alla sua bottega o, almeno, ad altre botteghe dello stesso ambito una serie innumerevole di esemplari dello stesso genere – che annovera cassettoni, ribalte e trumò – che appaiono con una certa frequenza sul mercato antiquario. La data del 1780, inoltre, testimonia come la produzione di questi mobili si sia protratta oltre i limiti cronologici che tradizionalmente si attribuiscono in Lombardia allo stile Luigi XV, ossia la metà-terzo quarto del XVIII secolo (A.B.)

     
         
:: Home ::
Per approfondimenti: mobili@antiqua.mi.it