Mobili nei secoli

 

Poltrona Luigi XVI, ultimo quarto del sec. XVIII

 

La svolta stilistica prodotta dal Neoclassicismo durante l’epoca di Luigi XVI è netta. Nei sedili, lo schienale s’irrigidisce e assume forma squadrata oppure ovale; anche le gambe si raddrizzano assumendo la tipica forma a tronco di cono o a tronco di piramide rovesciata, spesso percorsa da scanalature verticali.
Mentre lo schienale ovale è tipico dello stile Luigi XVI e non ha riscontro in epoche precedenti, la persistenza in alcuni esemplari di uno schienale diversamente sagomato è indicativo di fenomeni di transizione tra lo stile Luigi XV e Luigi XVI che collocano, convenzionalmente, il sedile attorno agli anni ’80 del Settecento.
Altre forme di persistenza degli stili precedenti, ma non tali da identificare una vera e propria transizione, si possono riscontrare nella forma arrotondata della fascia e nel sostegno mosso dei braccioli.

 

   
   
:: Home ::