Le recensioni di Antiqua

Due libri diversi che parlano di celebri ebanisti piemontesi di metà  Settecento: il primo presenta un cassettone inedito eseguito dal celebre Pietro Piffetti; il secondo propone il nome dell’altrettanto noto Luigi Prinotto per un altare ligneo.

 


Nel primo caso l’operazione non può dirsi ben riuscita anche se il cassettone commissionato a Piffetti dal conte G. F. Ludovico Morozzo della Rocca attorno al 1751 è molto bello e interessante.
Avevo già  fatto un conteggio “ragionieristico” a proposito di altri volumi recensiti nei quali si faceva notare una sproporzione tra prezzo e contenuti: 192 pagine di cui “utili” circa 120, includendo l’indice dei nomi ed eliminando non solo i soliti preamboli, ma soprattutto la traduzione inglese di cui non si comprende la necessità  (perché far pagare ai lettori italiani il costo di una veste internazionale).
Di queste pagine utili, i due capitoli sul committente e su Giovanni Battista Trona, il sacerdote che il primo avrebbe inteso celebrare facendosi costruire il cassettone, possono interessare, anche molto, chi si occupa di storia locale, di agiografia, ecc., ma appaiono un riempitivo superfluo per chi desidera concentrare la propria attenzione sul mobile.
Di questo parlano tre capitoli, di cui due, quello introduttivo scritto dai curatori e la scheda dicono più o meno le stesse cose; il terzo, dedicato al restauro, è il più interessante, soprattutto per il metodo di riconoscimento delle specie lignee, anche se per specialisti.
Non sempre – e la cosa è purtroppo abbastanza fastidiosa – vengono documentati con immagini i mobili citati come riferimento. A proposito, alcune immagini del cassettone in questione (tutte di ottima qualità) occupano due pagine con il risultato che il mobile risulta tagliato a metà con effetti deleteri sulla lettura dell’insieme e di alcuni dettagli.
Insomma, chi è specificamente interessato al mobile piemontese e a Piffetti è costretto a comprarlo, ma il libro non vale la spesa.
Ciò che resta, alla fine, avrebbe potuto stare in un volume della bella collana Gli Uomini e le opere edita alcuni anni fa dallo stesso editore e proposta a prezzi contenuti (vedi).
Non è solo, si badi bene, una questione economica: per un volume con quella pretenziosa veste editoriale e quel prezzo (70 euro!) si sarebbe dovuto curare l’editing con maggiore attenzione. Nel primo capitolo, ad esempio, molti riferimenti nel testi alle tavole a colori al centro del libro sono sbagliati.

Cifani Arabella-Monetti Franco, La Stamperia dell'ebanista. Storia di un mobile inedito di Pietro Piffetti, Allemandi, Torino 2017, 192 pagine formato cm. 31,5 x 22, euro 70,00


   
 

 

L’altro libro sembra la dimostrazione di come si possa fare un’operazione culturale onesta senza magniloquenza e sprechi inutili.
Mi riferisco a un volumetto che testimonia un’altra scoperta: quella di un altare ligneo già noto alla critica per il quale il suo autore Claudio Caliero propone una paternità eccellente, quella di Luigi Prinotto, ipotesi già affacciata da altri autori.
L’altare è quello di Forno Alpi Graie, presumibilmente realizzato da Prinotto sulla base di un’idea di Filippo Juvarra per Sant’Eusebio a Vercelli, approdato al santuario mariano della frazione di Forno dopo numerosi trasferimenti.
A proposito dell’attribuzione non possiamo ancora parlare di una certezza, ma di ipotesi fondate che l'autore sviluppa dopo attente ricerche, ma, come scrive Roberto Antonetto nella sua affettuosa prefazione: “... non sarebbe giusto … anticipare le argomentazioni che consentono una soluzione del rebus ...”.
La veste grafica è sobria; non tutte le immagini presentano lo stesso livello di qualità e alcune sono impaginate su due facciate risultando tagliate a metà, circostanza qui meglio giustificata per le dimensioni del formato.
Il libro è scritto con garbo e in modo convincente. Un testo che si legge con piacere anche se non si è degli esperti di arredi antichi.

 

Cagliero Claudio, Un capolavoro di alta ebanisteria nelle Valli di Lanzo, Hever, Ivrea (To) 2016, 96 pagine formato cm. 22 x 18, euro 18,00

 

(Andrea Bardelli)

   
:: Home ::
Per approfondimenti: info@antiqua.mi.it