Mobili nei secoli

Seggiolone Luigi XIV, seconda metà del secolo XVII

Le principali novità introdotte nei sedili dallo stile Luigi XIV (1643-1715) sono l’intaglio di gusto barocco e l’accentuata sinuosità delle forme.
Il seggiolone della seconda metà del ‘600 conserva l’impostazione sostanzialmente rigida della prima parte del secolo, con lo schienale leggermente reclinano, ma squadrato; la tornitura è ancora presente nei sostegno dei braccioli, nelle gambe e nelle traverse interne che le collegano, sempre a forma di “H”.
Il bracciolo diventa invece decisamente mosso e termina con un ricciolo, le gambe anteriori
sono unite da una cartella intagliata in modo vistoso con motivi fogliati e anche i piedi sono spesso intagliati.
L’intaglio diventa quindi l’elemento caratterizzante di questo periodo, estendendosi, in qualche caso, anche allo schienale, conferendogli un profilo mistilineo e riducendo l’imbottitura alla sola parte centrale dello stesso. Verso la fine del secolo, anche lo schienale interamente imbottito e rivestito tende ad abbandonare la rigida forma squadrata e ad assumere un movimento lievemente curvilineo nella parte alta.
Il rivestimento continua ad essere fatto in cuoio o stoffa con una leggera prevalenza di quest’ultima.

   
:: Home ::