Mobili nei secoli

 

Tavolo Direttorio, fine del XVIII secolo

 

A dispetto della brevità del periodo di riferimento (1795-1799) i sedili del Direttorio presentano un carattere abbastanza definito.
Essi trovano una loro identità nell’assottigliamento delle forme, ma soprattutto nella messa a punto dei seguenti elementi strutturali innovativi: lo schienale si rovescia all’indietro e le gambe posteriori si incurvano a sciabola.
Le gambe anteriori sono in genere dritte, a tronco di piramide oppure a tronco di cono. Solo assai raramente anche le gambe anteriori sono a sciabola, secondo un modello che le identifica in Francia come stile Consolato (1799-1804), ma che in Italia non ha avuto seguito.
Sul piano decorativo, possono comparire elementi che intagliati in legno e dorati oppure in metallo che si ricollegano all’iconografia della Roma repubblicana.
Per porre l’accento sul carattere austero dello stile, i sedili Direttorio sono spesso incantucciati e prevedono la sovrapposizione di un cuscino.

 

   
   
:: Home ::