Le schede di Antiqua.mi
  Tavolino scrittoio
Misure: 97,5x69, h 74
Roma, metà circa del XVIII secolo
(Finarte, marzo 2002)

Tavolino da centro lastronato in palissandro con piano rettangolare rivestito in pelle e bordato in legno di viola con spigoli arrotondati, fascia con profilo sagomato con al centro un cassetto, gambe arcuate, desinenti con piedi a forma di tacco a sezione romboidale.
Sul verso della fodera del cassetto reca la scritta ad inchiostro: “l’anno 179.. nel mese di Gennaio Francesco Baccetti fece” e ancora, su un listello applicato sotto il piano, la scritta ad inchiostro: “Roma gennaio 179… fatto da me Francesco Baccetti”.
Il tavolino è interessante perché, se non fosse da considerare di produzione romana per via della firma, sarebbe stato attribuito, in base ad un’analisi morfologica, alla Toscana; il piede a tacchetto è infatti tipico di quest’ultima regione.
L’uso del palissandro chiaro e il contrasto con la tonalità scura del legno di viola e comune sia a Roma, sia alla Toscana, mentre è da considerarsi tipicamente romana la bocchetta in metallo dorato, cosiddetta “a pipistrello” che si trova sul cassetto

   
   
 
   
     
:: Home ::
Per approfondimenti: mobili@antiqua.mi.it